10 luglio 2011

Georgia Tech: captare energia dall'ambiente con antenne stampabili

Manos Tentzeris Viviamo fra le onde elettromagnetiche. Allora perché non catturare almeno una parte della loro energia? Un gruppo di ricercatori della Georgia Tech School guidati da Manos Tentzeris ha realizzato una piccola antenna in grado di captare le onde e convertirle in corrente continua. La strada è quella dell'energy harvesting: "C'è una grande quantità di energia di origine elettromagnetica tutto intorno a noi, ma nessuno è stato finora in grado di attingere da questa risorsa - sottolinea Manos Tentzeris, docente di "Electrical and Computer Engineering" alla Georgia Tech School - noi usiamo un'antenna che ci permette di sfruttare una varietà di segnali in diverse gamme di frequenza."
Il gruppo di Tentzeris utilizza stampanti a getto d'inchiostro per generare circuiti, sensori e antenne, da stampare su carta o su supporti polimerici flessibili e ha presentato l'antenna il 6 luglio al congresso internazionale IEEE Antennas and Propagation Symposium 2011.

energy antenna
Due approfondimenti sul tema:
- Air Power: New Device Captures Ambient Electromagnetic Energy to Drive Small Electronic Devices Georgia Institute of Technology (July 7, 2011)
- Power from the Air: Device Captures Ambient Electromagnetic Energy to Drive Small Electronic Devices Science Daily (July 8, 2011).

Di Energy Harvesting si occupa anche il Noise in Physical System (N.i.P.S) Laboratory dell'Università di Perugia:
- Fluctuations-Energy-Harvesting Luca Gammaitoni, Seminar at the University of Bologna in Cesena (July 7, 2011)
- NiPS Summer School 2011 "Energy Harvesting at micro and nanoscale" Perugia (Aug. 1-6, 2011).
Andrea Mameli - linguaggiomacchina.it - 10 luglio 2011

Nessun commento: