09 maggio 2015

Asparagi, tra cucina, scienza e arte

Partecipare a una cena, in occasione di una sagra dell'asparago - per la precisione la XX edizione, a Samassi - può regalare interessanti sorprese: dirette, per i deliziosi piatti a base di Asparagus officinalis, e indirette, per le tracce che questa pianta della famiglia delle Liliacee ha asciato nell'arte.
Edouart Manet ha dipinto un bel mazzetto nel 1880 (Une botte d'asperges, Colonia, Walraf-Richartz Museum). Poi, per gratitudine verso il generoso acquirente, ne ha prodotto uno singolo (Asparagus, Parigi, Musée d'Orsay) «Il en manquait une à votre botte».
C'è poi Elsie Russell con il suo sparagus on Table del 1991. E chissà quante altre opere, tra le quali io annovero le illustrazioni a corredo di libri, manuali e articoli scientifici.
Asparagi di Samassi (Sardegna)

Ringrazio Alessandra Guigoni per avermi fatto scoprire questo mondo.

Andrea Mameli
blog Linguaggio Macchina
9 Maggio 2015 

Edouard Manet Une botte d'asperges (1880) Wallraf-Richartz Museum, Cologne
Edouard Manet Asparagus (1880) Musée d'Orsay, Paris

Elsie Russell Asparagus on a Table (1991)
:
"Illustration Asparagus officinalis0b" di CSvBibra - Opera propria. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons. Original book source: Prof. Dr. Otto Wilhelm Thomé Flora von Deutschland, Österreich und der Schweiz 1885, Gera, Germany [Permission granted to use under GFDL by Kurt Stueber]

Nessun commento: