14 maggio 2021

Being different doesn’t make you odd: Raffaella Mulas vince il concorso Maths=E+D+I

Con questo poster  Raffaella Mulas ha vinto il concorso Maths=E+D+I (Equality, Diversity, Inclusivity) indetto dall’Università di Southampton per ricordare tre valori fondanti della civiltà, Uguaglianza, Diversità e Inclusività, e il loro rapporto con la matematica. 

Raffaella è laureata in Matematica e conduce da anni ricerche di altissimo livello. A partire dal settembre sarà responsabile di un gruppo di ricerca al prestigioso Max Planck Institute for Mathematics in the Sciences (Leipzig). 
 
Quando non è impegnata a studiare e a ricercare Raffaella si occupa di comunicazione della scienza e si diverte a dipingere, viaggiare, leggere, nuotare e ballare.

09 maggio 2021

The Consequences mostra fotografica di Stefania Prandi. Immagini per disinnescare l'ipocrisia. A Cagliari, Teatro Massimo (Mgallery)

Stefania Prandi, The Consequences
Da un anno a questa parte ho sentito e letto parole ricche di ipocrisia, da "andrà tutto bene" a "diventeremo migliori", che stridono duramente di fronte alle cifre della violenza domestica, quasi sempre violenza di genere. E quando si analizzano i dati l'ipocrisia diventa ancora più evidente.
A partire dal 22 marzo 2020 l'aumento delle chiamate al numero verde 1522 (messo a disposizione dal Dipartimento per le pari opportunità per raccogliere le richieste di aiuto, supporto e consulenza) ha fatto registrare una crescita esponenziale. 
Durante il lockdown le telefonate valide al 1522 sono state 5.031 quindi il 73% in più sullo stesso periodo del 2019. Le vittime che hanno chiesto aiuto sono state 2.013 (+59%). 
Dal confronto tra il periodo marzo-dicembre 2019 e l'analogo periodo del 2020, il numero dei femminicidi familiari con vittime conviventi è cresciuto da 49 a 54 (+10,2%). Questi dati mostrano quanto il fenomeno sia cresciuto nel giro di un anno, ma è altrettanto vero che prima la situazione non era proprio così felice. E se siamo ancora qui a ripetercelo è segno che c'è ancora molto da fare, a partire dal far sapere. 
Stefania Prandi, The Consequences
Per questo trovo di enorme importanza il lavoro svolto da Stefania Prandi, giornalista, scrittrice e fotografa, con la sua indagine, durata 3 anni in un mondo di costernazione, di dolore, di rabbia e di rassegnazione. Prandi, attraverso le parole dei familiari, ha raccolto in una mostra fotografica le storie di donne uccise o fatte sparire da mariti, ex mariti, fidanzati, ex fidanzati. 
The Consequences è un lavoro che non può e non deve passare inosservato. Deve colpire, interessare, far uscire dall'assuefazione, restituire attenzione e rispetto. Perché se è vero, come scrive Emanuela Falqui, curatrice della mostra, che "assistiamo quotidianamente ad una pubblica rappresentazione banalizzante e voyeuristica della violenza", è altrettanto drammaticamente reale che si assiste anche a un altro macabro spettacolo: "La notizia, ridotta a un mero fatto di cronaca, è accompagnata da parole giudicanti nei confronti della vittima, e c'è la tendenza a giustificare il comportamento maschile, assolvendolo, perché gli uomini non sarebbero in grado di gestire le proprie emozioni e pulsioni". 
Ecco perché il lavoro di Stefania Prandi meriterà più di una visita distratta e compulsiva.

"Un lavoro - ha scritto Emanuela Falqui, curatrice della mostra - che mette al centro l'ascolto, accoglie la rabbia, il lutto ma anche la forza di chi porta avanti le battaglie, dentro e fuori i tribunali, per restituire dignità a queste donne, perché oltre alla verità processuale esiste anche quella storica. Le fotografie, accompagnate dalle testimonianze, ricostruiscono i ricordi facendo emergere il vero significato dell'affetto e del rispetto verso le persone care, contro la retorica di una cultura che mette sullo stesso piano l'odio, la gelosia, il controllo, il potere, come manifestazioni secondarie e naturali dell'amore. Un incontro di sguardi e di fiducia in cui i familiari consegnano il loro vissuto alla fotografa che, con delicatezza, crea un immaginario intimo, di grande intensità psicologica e profondamente incisivo, allontanandosi dalla spettacolarizzazione del dolore alla quale siamo abituati per lasciare spazio alla riflessione. Trenta ritratti colmano l'assenza di queste donne, grazie a chi non si arrende; ma sono anche un invito ad avvicinarci e ad adottare queste storie come nostre, e per le quali tutte e tutti possiamo fare qualcosa per evitare che ancora accadano".
Stefania Prandi, The Consequences
Questa mostra è nello stesso tempo un omaggio a chi non c'è e un invito a non farsi contaminare dal virus dell'indifferenza: "Trenta ritratti colmano l'assenza di queste donne, grazie a chi non si arrende; ma sono anche un invito ad avvicinarci e ad adottare queste storie come nostre, e per le quali tutte e tutti possiamo fare qualcosa per evitare che ancora accadano", ma è anche il testimone passato da chi  Un incontro di sguardi e di fiducia, in cui i familiari consegnano il loro vissuto alla fotografa, che con delicatezza crea un immaginario intimo, di grande intensità psicologica e profondamente incisivo, allontanandosi dalla spettacolarizzazione del dolore alla quale siamo abituati, per lasciare spazio alla riflessione.

La mostra arriva a Cagliari grazie a Emanuela Falqui (alla quale va la mia gratitudine per aver realizzato questa complessa operazione) e grazie alla collaborazione con la Collettiva Le Infestanti, il Centro Antiviolenza dell'Unione Comuni d'Ogliastra, il Centro di Documentazione e Studi delle Donne di Cagliari, la Circola nel Cinema Alice Guy, Sardegna Teatro e Dry-Art. 

Inaugurazione: 𝟏𝟕 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 2021, ore 18:00 (prenotazione obbligatoria) tutte le informazioni e i link per la prenotazione qui: www.sardegnateatro.it/content/mgallery

La mostra sarà visitabile 𝐝𝐚𝐥 𝟏𝟖 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐚𝐥 𝟏𝟗 𝐠𝐢𝐮𝐠𝐧𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟏 (sempre con prenotazione obbligatoria) 𝐧𝐞𝐢 𝐬𝐞𝐠𝐮𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐨𝐫𝐚𝐫𝐢: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, il sabato dalle 15 alle 19.

 
Stefania Prandi, The Consequences


Stefania Prandi, ha realizzato reportage e inchieste in Italia, Europa, Africa e Sudamerica. Si occupa di questioni di genere, lavoro, diritti umani, ambiente e cultura. Tra le sue collaborazioni: Il Sole 24 Ore, National Geographic, Radiotelevisione svizzera, El País, Al Jazeera, Correctiv, BuzzFeed. Nel 2018 ha pubblicato il libro Oro rosso. Fragole, pomodori, molestie e sfruttamento nel Mediterraneo (Settenove) e nel 2020 Le conseguenze. I femminicidi e lo sguardo di chi resta (Settenove). Ha vinto numerosi riconoscimenti internazionali e premi come Volkart Stiftung Grant, Henri Nannen Preis e Otto Brenner Preis.

07 maggio 2021

SALLO!Quiz raccolta di conoscenze e convinzioni sui cambiamenti climatici

Avete dubbi sui cambiamenti climatici? Scriveteli sui social dell'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA). Chi partecipa dovrà rispondere 20 domande inerenti le seguenti tematiche:
  • Clima e riscaldamento globale
  • Costi e impatti del cambiamento climatico
  • Contributi di settore alle emissioni di gas ad effetto serra
  • Politiche e strategie per il contrasto al cambiamento climatico
  • Aspettative e buone pratiche
Il questionario è anonimo.

Le risposte corrette saranno disponibili sul sito www.enea.it a partire da settembre 2021.

I risultati aggregati del questionario verranno presentati in occasione della “Pre-COP 26” e pubblicati sul sito e sui social dell'ENEA: Sallo! Quiz per raccogliere informazioni sulle convinzioni più diffuse sul cambiamento climatico e rafforzare il dialogo tra ricerca e società civile, anche in vista della pre-conferenza sul Climate Change Pre-COP26 (Milano, 30 settembre - 2 ottobre 2021) e della conferenza COP26 (Glasgow, 1 - 12 novembre 2021).

Link per partecipare al sondaggio

02 maggio 2021

Concorso video artistici: Paradiso - Incontrare l'invisibile, esprimere l'indicibile, On Air Convivium 2021

 

Lorenzo Bastida, membro del comitato scientifico InArceDantis, invita gli artisti a inviare video artistici per partecipare a On Air Convivium 2021 (13-15 Septembe)r dedicato a: Paradiso - Incontrare l'invisibile, esprimere l'indicibile. Per maggiori informazioni: www.inarcedantis.com +39 3484741050 WhatsApp
Lorenzo Bastida, InArceDantis’s Scientific Committee Member, inviting artists to submit art videos for the On Air Convivium 2021, September 13 – 15, dedicated to: Paradise - Encountering the invisible, expressing the unspeakable. For more information: www.inarcedantis.com +039 3484741050 WhatsApp

01 maggio 2021

Premio Solinas Experimenta Serie, non pensare piccolo, inventa nuovo (quarta edizione)

Non pensare piccolo, inventa nuovo, un concorso con percorso di Alta Formazione che intende selezionare e sviluppare progetti innovativi di racconto seriale della durata di 25’ e realizzare il pilota di serie con un budget massimo di euro 120.000.

EXPERIMENTA SERIE è il concorso che invita Autori sotto i 45 anni a sfruttare le opportunità creative e produttive della tecnologia digitale per sperimentare nuove forme di racconto seriale e sviluppare progetti sotto i 120 mila Euro di serie TV da 25’ a puntata destinati a un prioritario sfruttamento multimediale multipiattaforma.

I progetti vincitori parteciperanno ad un laboratorio di Alta Formazione e saranno sviluppati con il supporto dei Tutor del Premio Solinas.

EXPERIMENTA SERIE intende sostenere concretamente la creatività offrendo ai vincitori l’opportunità di sviluppare e approfondire i progetti grazie all’incontro con alcuni dei più importanti professionisti dell’audiovisivo italiano.

Si può partecipare con un massimo di 2 Progetti per Autore (o gruppo di Autori) scritti da un Autore singolo (o da un gruppo di Autori o gruppo di co-Autori intesi in senso unitario). L’Autore (o il co-Autore) di un Soggetto può essere Autore (o co-Autore) di un solo altro Progetto partecipante allo stesso Concorso.

Si partecipa in forma anonima a tutela della parità di condizione di tutti i partecipanti.

Si può partecipare con opere di genere diverso: commedia, thriller, noir, horror, fantasy, social, musical, o forme ibride. 

Premi:

  • i 3 progetti migliori vinceranno una Borsa di Sviluppo di 2 mila Euro finanziata da RAI Fiction più la partecipazione al Laboratorio di Alta Formazione e Sviluppo del Premio Solinas;
  • il Percorso di Sviluppo (obbligatorio) sotto la guida di Tutor esperti sarà personalizzato e mirato alla messa a punto del Progetto (sceneggiatura, regia e strategia produttiva) in vista della possibile realizzazione del pilota di serie. Durante questa fase il Premio Solinas, in accordo con gli Autori e i Tutor, selezionerà il regista.
  • al termine del Percorso di Sviluppo (obbligatorio), uno dei tre progetti vincitori delle Borse di Sviluppo sarà dichiarato vincitore di ’Premio Solinas Experimenta Serie’ e verrà opzionato dal Premio Solinas per poter essere realizzato con un budget massimo di euro 120.000. A Rai Fiction, principale sponsor del Premio, sarà riservato un diritto di prima negoziazione e ultimo rifiuto sul progetto vincitore per l’acquisizione dei diritti del pilota e/o della serie, ai fini dell’eventuale realizzazione degli stessi.
I progetti dovranno consistere in:
  • un pitch (presentazione, lunghezza massima 10 righe)
  • un soggetto di serie (lunghezza minima 2 pagine, max 4 pagine)
  • la sceneggiatura della puntata pilota (lunghezza minima 23 pagine, max 25 pagine)
  • i soggetti della seconda, terza, quarta e quinta puntata della serie (lunghezza max 1 pagina per ogni soggetto)
  • presentazione dei personaggi (lunghezza max 2 pagine)

Scadenze:

  • INVIO PROGETTI VIA WEB: entro il 26 maggio 2021
  • INVIO PROGETTI VIA POSTA: entro il 27 maggio 2021
Il bando di concorso è nel sito ufficiale del Premio Solinas: www.premiosolinas.it

28 aprile 2021

(RI)MONTAGGI. Il cinema attraverso le immagini. Cinema through images (video essays, recuts, mash-ups, remixes)


La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro promuove per il sesto anno il concorso italiano "(RI)MONTAGGI. IL CINEMA ATTRAVERSO LE IMMAGINI", dedicato ai video essay.
Con “video essay” si intende l'incessante lavoro di rimontaggio e remixaggio delle immagini cinematografiche per interrogarne il significato in chiave critica e interpretativa. In altre parole una pratica di lettura e analisi del cinema attraverso il cinema, resa più accessibile grazie ai software di montaggio digitale sempre più economici e semplici da usare. Queste esperienze guardano al passato (al found footage sperimentale, al film-saggio, alla tradizione del documentario sul cinema) ma si contaminano con le pratiche ludiche e ibride del presente e delle nuove forme di cinefilia della rete (mash-up, re-cut trailer, supercut). I video essay inviati possono privilegiare approcci analitico-didattici, adottare strategie poetiche o riflessive, o prediligere la forma ludica.

In occasione dell’edizione 2021 la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro intende promuovere e incoraggiare la sperimentazione di un pensiero sul cinema per immagini attraverso un concorso di video essay rivolto agli studenti di scuole (italiane) e università (italiane e straniere) così meglio specificati:
  • studenti degli istituti italiani dell’indirizzo audiovisivo e multimediale dei licei artistici, all’indirizzo grafica e comunicazione degli istituti tecnici e all’indirizzo audiovisivo degli istituti professionali.
  • studenti universitari di ogni livello o gli allievi delle scuole di cinema, sia italiani che stranieri, di età compresa tra i 18 e i 35 anni.
Le regole per partecipare sono le seguenti:
  • i lavori devono essere stati realizzati non prima del 1 gennaio 2020
  • durata massima del video-essay: 15 minuti
  • il video dovrà riportare nei crediti, oltre al/ai nome/i dell'autore/i, anche tutte le indicazioni relative alle opere citate (titolo, regia, anno ecc...)
  • per partecipare è necessario inviare entro il 30 maggio 2021 un link con il video (su YouTube, su Vimeo o su altre piattaforme di video sharing) all’email festival@pesarofilmfest.it
  • il video va accompagnato da una breve scheda di presentazione attraverso la compilazione dell’apposito form
(Re)Edit Competition. Cinema through images (video essays, recuts, mash-ups, remixes)Rules and Regulations

15 aprile 2021

Quantum Computing for 9-12 year olds? Yes, we can! Words of Eamonn Darcy



22nd April 6:00 PM PERTH Australian Western Standard Time (22nd April 2021 12:00 PM Central European Time)
22nd April 8:00 PM MELBOURNE/SYDNEY Australian Eastern Standard Time (23rd April 2:00 AM Central European Time)
YouTube Live Streaming:  This event is an overview of the Eamonn Darcy's course: The Magic of Quantum Computing for 9-12 year olds.

14 aprile 2021

Ciak, si gira! La scienza va in scena, 12-17 aprile 2021


 

CIAK, SI GIRA! LA SCIENZA VA IN SCENA 

12-17 APRILE 2021 

CONFERENZE IN DIRETTA 

CANALE YOUTUBE INDISCIENZA 

CANALE YOUTUBE COLLEGIO GHISLIERI 

PAGINA FACEBOOK INDISCIENZA 

PAGINA FACEBOOK COLLEGIO GHISLIERI


PROGRAMMA:

  • 12 Aprile ore 18 SCIENZA E FANTASCIENZA DA MELIÈS A INTERSTELLAR con Anna Curir, Istituto Nazionale di Astrofisica
  • 13 Aprile ore 21 MA I DRAGHI SOGNANO CIRCUITI ELETTRICI? con Michele Bellone, biologo e giornalista scientifico
  • 14 Aprile ore 18  STREAMING THE ALIEN. GLI EXTRATERRESTRI SULLO SCHERMO con Andrea Bernagozzi, ricercatore all’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta e divulgatore
  • 15 Aprile ore 18 I GENI DEL MALE con Valter Tucci, genetista, IIT Genova
  • 16 Aprile ore 21 LA SCIENZA DI GUERRE STELLARI con Luca Perri, dottorando in fisica, divulgatore
  • 17 Aprile ore 21 NON È MARTE, È HOLLYWOOD: BUFALE E REALISMO DI “THE MARTIAN” con Paolo Attivissimo, giornalista informatico e cacciatore di bufale
Email: indiscienza.collegioghislieri@gmail.com

09 aprile 2021

Festival Cul-TURE d’@mare il 22 e 23 giugno a Calasetta: incontri e racconti, tra cultura e cucina

Un ciclo di incontri tra chef, ristoratori e food blogger da metà aprile e una rassegna culinaria nel mese di maggio saranno i due antipasti del Festival Cul-TURE d’@mare che si terrà il 22 e 23 giugno a Calasetta.

Parteciperanno 30 esperti di lingua, antropologia, storia, isole, Mediterraneo, filosofia, libri, navigazione, gastronomia, viaggi.

Al centro di tutto ci saranno le vicende dei liguri che nel 1541 partirono da Genova-Pegli alla volta dell’isola di Tabarka, in Tunisia, per pescare il corallo. Vi restarono due secoli. Poi si distribuirono tra le isole di Nueva Tabarca (in Spagna), di San Pietro e Sant’Antioco (in Sardegna) dove nel Settecento fondarono rispettivamente i paesi di Carloforte e Calasetta. Oggi si fanno chiamare “tabarchini” e grazie anche all’archivio digitale Ràixe (radici) stanno compiendo una grande opera di valorizzazione cultura.

Ma il filo conduttore di questa fase che precede il festival Cul-TURE d’@amare è la cucina: dal 16 aprile gli allievi dell’Istituto alberghiero Ipia di Sant’Antioco riceveranno la visita di chef del calibro di Luigi Pomata, già docente all’Etoile di Sottomarina (Venezia), vincitore del campionato mondiale Bocuse d’Or e del Cous cous festival. Cuochi come Graziella Cipollina e Graziano Serrenti (del ristorante Ca’ Taborka) e Donatello Maccioni, ristoratore de La Perla di Calasetta.

Il 30 aprile Luigi Pomata porterà in classe la sua arte nelle preparazioni e la sua filosofia legata ai prodotti locali da intepretare con il massimo della fantasia.

Il cascà (cous cous vegetariano alla carlofortina), il pilau (la sua versione calasettana) e il belu di tonno (lo stomaco) saranno al centro delle lezioni dei tre cuochi, che già dai primi incontri hanno emozionato insegnanti e allievi.

Si parlerà di focaccia genovese, farinata a base di ceci, ma soprattutto dell’importanza dello storytelling anche in cucina, delle immagini e dei social, di come scattare foto o realizzare video.

Nel mese di maggio sulle piattaforme di Cul-TURE d’@amare e nei canali di Eja Tv sono in programma 6 puntate di una web serie.

E finalmente, il 22 e 23 giugno, il Festival online Cul-TURE d’@amare prenderà tre strade: rosso per la storia e la memoria; blu per il viaggio e la scoperta; giallo per le relazioni e la continua conoscenza.

Parteciperanno, tra gli altri: la psicologa Selene Calloni Williams, la giornalista Tiziana Alterio, il linguista Fiorenzo Toso, l’archeologa Monique Longerstay, la giornalista Silvia Ugolotti, il critico d’arte Efisio Carbone, l’antropologo Carlo Felice Tiragallo.

A fine luglio è previsto l’incontro con il comandante della spedizione nautica, scientifica e culturale Progetto Mediterranea, ideata dallo scrittore e marinaio Simone Perotti, che ha appena avviato una collaborazione con l’Ispra per la salvaguardia del mare.