19 febbraio 2011

Funivie dell'arte a Cagliari

funivie veloci cagliari Il 19 febbraio 2011 a Cagliari è stata inaugurata la mostra collettiva Funivie Veloci. Si tratta di una mostra speciale: non si svolge (fino a domenica 20) all'interno di un museo o in una normale sede di fruizione artistica, ma in 7 case e 3 luoghi pubblici della città. Una circostanza espositiva insolita, con la quale il visitatore può beneficiare del godimento artistico e della particolare atmosfera che si viene a creare in casa di chi espone. Alla fruizione si aggiunge allora quel fascino, quella piccola ma intensa emozione di varcare soglie prima sconosciute, scambiare due parole con la padrona di casa sulla splendida vista dalle sue finestre e i complimenti per l'arredamento che finisce per mischiarsi con le opere e con le installazioni. E in alcuni casi non si capisce dove finisce l'intervento artistico e dove iniziano le cose di casa. Se in una cucina si proietta un video con 27 rumori e qualcuno agisce normalmente, che so prendendo un coltello da un cassetto, allora anche il confine tra i suoni reali e quelli riprodotti decade.
E se poi in alcune case ti offrono pane, formaggio, arance e noccioline, allora questo confine di dissolve trasfigurandosi in una reale interazione con l'intera casa-esposizione, la quale diventa essa stessa "installazione" e la presenza dei visitatori si configura come componente del percorso espositivo. E se la casa è al quarto piano senza ascensore allora anche l'incontrar per le scale altri visitatori entra a far parte nel circuito e nella stesso stesso scambio di emozione e di conoscenza, essenza stessa del percorso artistico.
Ad avercene spesso di esperienze come questa. E magari, suggerisco, anche al confine tra arte e scienza.
funivie veloci cagliari
cagliari

1 commento:

Anonimo ha detto...

Si, è stata una bella esperienza extra-sensoriale :)