21 giugno 2006

Scegliere il mondo nell'era della tecnoscienza.



Quali sono le forme di partecipazione pubblica in ambito tecnoscientifico? Prova a rispondere Massimiano Bucchi con il recentissimo "Scegliere in mondo che vogliamo. Cittadini, politica e tecnoscienza" (Il Mulino, 2006, 190 pagine, 12 euro). "I dilemmi della tecnoscienza non emergono solo perché la ricerca e l'innovazione hanno accelerato il passo e mettono sul tavolo spinose questioni a un ritmo crescente. I dilemmi emergono dalla necessità delle democrazie contemporanee di gestire le trasformazioni della tecnoscienza in un contesto democratico anch'esso profondamente trasformato".

Massimiano Bucchi, docente di sociologia della Scienza all'Università di Trento, ha scritto: "Science and the Media" (Routledge, 1998; tradotto in italiano nel 2000 da McGraw-Hill con il titolo "La scienza in pubblico") e "Scienza e società" (Il Mulino, 2002; pubblicato in inglese come "Science in Society", Routledge, 2004).

Nessun commento: