23 giugno 2010

Tre mie piccole creazioni a Pulascienze (21-27 giugno 2010)

logo pulascienza Il mio Finis Sardiniae e i miei due trilobiti esposti a "PolArtist" la mostra collettiva d'arte contemporanea dei ricercatori che lavorano nel parco scientifico e tecnologico della Sardegna, a 45 km da Cagliari. Una mostra allestita in alcune sale dell'edificio 2 del parco, nell'ambito della manifestazione "Pulascienze. La scienza in piazza". L'evento, organizzato da Alessandra Corda emameli handmade Nicoletta Zonchello (Sardegna Ricerche) in collaborazione con il Comune di Pula, si svolge dal 21 al 27 giugno 2010 tra il centro della cittadina turistica e il parco scientifico e tecnologico della Sardegna (Polaris). La mostra (allestita da Vincenzo Giuliani) presenta un vasto assortimento di stili e modalità espressive, frutto della creatività di persone che lavorano in centri di ricerca, laboratori, aziente tecnologiche.
Espongo con piacere le mie due riproduzioni di trilobiti del Cambriano e la mini installazione "Finis Sardiniae". mameli handmade Le prime due opere sono frutto di una ricerca durata alcuni mesi per arrivare immaginare forme, colori e movenze di alcune delle più straordinarie creature che hanno popolato la Terra circa 500 milioni di anni fa. Questi esseri hanno vissuto una delle più affascinanti pagine della storia del nostro pianeta: l'esplosione cambriana, ovvero la nascita di molti dei maggiori phyla di animali complessi e la differenziazione di altri gruppi, avvenuta circa 530 milioni di anni fa.
I due trilobiti li ho immaginati arancioni, dato che i colori dei fossili non giungono fino a noi e la fantasia ha piena libertà. Ho scelto questo colore anche per un altro motivo: se è vero che la fortissima pressione evolutiva manifestatasi in quel periodo (tra 520 e 505 milioni di anni fa) sarebbe stata causata dalla nascita della vista, allora tutte le ipotesi sui colori potrebbero essere valide. Quindi perché escludere proprio l'arancione? mameli handmade Per realizzarli ho usato diversi materiali: un contenitore di plastica per lame di rasoio, tappi di bottiglia e das, per il piccolo Neoasaphus kowalewski; cartapesta e colla vinilica per Hallucigenia. Infine ho steso la vernice acrilica arancione con il pennello. Per ideare Hallucigenia è stata illuminante la lettura del capolavoro di Stephen Jay Gould (La vita meravigliosa) e di altre sue ricerche (come "The Reversal of Hallucigenia" Natural History 101, Jan. 1992, 12-20). Per approfondire sui trilobiti cui mi sono ispirato: Hallicigenia, creatura delle meraviglie (linguaggiomacchina 29 marzo 2009) e: Order Asaphida (Neoasaphus kowalewski).
La terza opera rappresenta la scena centrale del romanzo di Enrico Pili "Prima che passi la notte. Finis Sardiniae" (Scuola Sarda Ed. 2009) mameli handmade nella quale l'uomo vestito di pelli con il boccale in mano e il cartello al collo (finis sardiniae, appunto) accanto alla statua di Carlo Felice. Materiale: basamento di alluminio di un vecchio hard disk, lana d'acciaio usata, due tappi di sughero, un giocattolo rotto, una stampa della foto della statua di Carlo Felice, vernice e colla vinilica. E i soliti colori acrilici. Nel libro di Pili si parla proprio di un barbone che al collo aveva appeso un cartone bianco con la scritta nera "Finis Sardiniae". Per approfondire: La pipa dimenticata. Finis Sardiniae (L'unione Sarda, 11 aprile 2009).

22 giugno 2010

A Indianapolis vincono i cagliaritani

Unica a Indianapolis Tre Ingegneri dell'Università di Cagliari premiati al congresso mondiale di Meccanica sperimentale. Sono Massimiliano Pau, Antonio Baldi e Bruno Leban. Il 9 giugno hanno ricevuto l'onoreficenza dalle mani di Wei-Chung Wang, presidente della Society for Experimental Mechanics (Sem). L'articolo premiato si intitola Visualization of Contact Areas in Bolted Joints Using Ultrasonic Waves ed è stato pubblicato sulla rivista di settore: Experimental Techniques (Vol. 32, No. 4, pp. 49-53, 2008).

21 giugno 2010

A Cagliari il congresso SIMAI 2010

A Cagliari il decimo congresso della società italiana di matematica applicata. SIMAI 2010 – La Matematica per l'industria - 21-25 Giugno 2010
Prevedere il traffico in tempo reale, estrarre il petrolio a colpo (quasi) sicuro, capire dove depositare in sicurezza le scorie nucleari, comprendere la crescita di un tumore (e tentare di fermarla): matematica e società si incontrano nel decimo Congresso biennale organizzato dalla SIMAI (Società Italiana Matematica Applicata e Industriale) a Cagliari.
La matematica e le sue applicazioni assolvono oggi un ruolo decisivo nell’affrontare e nel risolvere questioni tecniche caratterizzate da un alto grado di complessità. Oggi, come non mai, l’industria ha bisogno del punto di vista innovativo della matematica, per cogliere le sfide dei sempre più rapidi mutamenti economici e strutturali.
I metodi degli approcci matematici fondamentali vengono integrati con quelli metodi delle scienze applicate (biologia, chimica, farmaceutica, medicina, fisica, informatica e ingegneria) allo scopo di affrontare problematiche che spaziano dalla simulazione di fenomeni fisici e processi industriali allo studio dell'ambiente e dei processi di produzione dell'energia, fino ai meccanismi responsabili dell’attività biologica.
La Società Italiana di Matematica Applicata e Industriale (SIMAI) organizza il
Congresso Nazionale con l'obiettivo di far risaltare il punto di vista delle applicazioni della matematica, del trasferimento di tecnologia e dei processi di crescita delle competenze nell'industria e nella società.
La SIMAI, costituita nel 1989 con lo scopo di promuovere lo sviluppo della Matematica Applicata e Industriale e delle discipline connesse, ha sviluppato una rete di comunicazione e informazione tra gli oltre 400 soci della società e la comunità scientifica e tecnica nazionale e internazionale.
Per il Decimo Congresso la città prescelta è Cagliari e l'evento viene organizzato congiuntamente con la spagnola SEMA (Sociedad Española de Matemática Aplicada) e con il CRS4 di Pula.
Autorevoli ricercatori provenienti dalle più importanti università e centri di ricerca italiani ed internazionali proporranno tematiche di assoluta attualità e discuteranno gli aspetti attinenti all'applicabilità e all'efficacia dell'utilizzazione delle metodologie matematiche e numeriche nella medicina, biotecnologia, e nella farmaceutica, nei beni culturali e nei settori automobilistico, navale, aeronautico ed aerospaziale, nell'industria di processo, e nei settori industriali emergenti.
Lo scopo dell'evento è far incontrare il settore accademico, l'industria, e i più qualificati centri di ricerca nazionali e internazionali impegnati nello sviluppo e della individuazione degli scenari, attuali e futuri della ricerca matematica sui temi di maggior rilievo per le applicazioni. Con gli anni questa iniziativa è diventata, per l'ampiezza dei temi affrontati la molteplicità delle prospettive offerte alla discussione una importante opportunità di confronto per la comunità scientifica e industriale nazionale ed internazionale ed uno dei più importante eventi in Italia ed in Europa nel settore.
Il programma scientifico di SIMAI 2010 si propone di presentare e discutere i più recenti sviluppi delle metodologie matematiche e modellistiche con una attenzione specifica alla loro collocazione nei processi di innovazione. I temi trattati sono quelli classici della matematica applicata e quelli meno classici, e più innovativi, propri del rapido e costante sviluppo delle conoscenze nel settore delle tecnologie computazionali.
Le principali macro aree sulle quali si articolerà la conferenza sono le seguenti: modellistica dei processi industriali, modellistica ambientale simulazione di processo nel settore energetico, ed agro-alimentare, applicazione delle tecnologie computazionali alla medicina, alle biotecnologie, alla biologia e alla farmaceutica. Verranno anche discussi approcci fondamentali legati allo sviluppo di discipline di base quali ad esempio algebra computazionale; algebra lineare; calcolo scientifico ad alte prestazioni; meccanica computazionala e scienza dei materiali; metodi numerici ottimizzazione; probabilità e statistica applicate; teoria del controllo; trattamento di immagini, matematica finanziaria, biomatematica.

Comitato scientifico e organizzatore SIMAI 2010
La conferenza è organizzata da un comitato scientifico di respiro internazionale e composto da:
Giorgio Fotia, CRS4 Bioinformatica, Pula (Cagliari), Italy
David Arcoya, Universidad de Granada, Spain
Blanca Ayuso, Universidad Autónoma de Madrid, Spain
Nicola Bellomo, Politecnico di Torino, Italy
Michiel Bertsch, CNR IAC, Roma, Italy
Juan Casado, Universidad de Sevilla, Spain
Rosa Donat, Universidad de Valencia, Spain
Antonio Fasano, Università di Firenze, Italy
Alfio Quarteroni, EPFL Lausanne and Politecnico di Milano, Italy
Carlos Vázquez, Universidad de La Coruña, Spain

e da un comitato organizzatore locale di consolidata esperienza ed autorevolezza
composto da:
Giorgio Fotia, CRS4 Bioinformatica, Pula (Cagliari)
Antonio Cazzani, Università di Cagliari, Italy
Alessandro Chessa, Università di Cagliari, Italy
Gianmauro Cuccuru, CRS4 Bioinformatica, Pula (Cagliari), Italy
Elena De Angelis, Politecnico di Torino, Italy
Roberto Natalini, CNR IAC, Roma, Italy
Simona Perotto, Politecnico di Milano, Italy
Luigia Puccio, Università di Messina, Italy
Sebastiano Seatzu, Università di Cagliari, Italy

Precedenti Congressi
Il congresso SIMAI si è svolto regolarmente ogni due anni: nel 1992 a Firenze, nel 1994 a Napoli, nel 1996 a Pavia, nel 1998 a Giardini Naxos, nel 2000 a Napoli, nel 2002 a Chia (Cagliari), nel 2004 a Venezia, nel 2006 a Ragusa, nel 2008 a Roma.

CONTATTI CONGRESSO SIMAI 2010
Andrea Mameli CRS4 mameli@crs4.it
Stefano Pisani SIMAI stefano.pisani@gmail.com

Il comunicato stampa SIMAI 2010 nel portale maddmaths.simai.eu