13 marzo 2012

Tradurre la lingua dei segni in testo. PSLT: un software sviluppato in Scozia.

PSLT Ideata da una software house scozzese, (Technabling) questa soluzione consente agli utenti di adattare il linguaggio dei segni alle proprie esigenze specifiche e si basa su smartphone Android e portatili (Linux e Windows) dotati di videocamera: la sequenza di segnali viene interpretata dal software per poi essere visualizzata come testo sullo schermo del dispositivo.
L'obiettivo del traduttore portatile del linguaggio dei segni (PSLT: Portable Sign language Translator) è superare le sfide della comunicazione attraverso la tecnologia portatile. Per Ernesto Compatangelo, docente di informatica all'Università di Aberdeen, e fondatore dello spin-off dell'Università di Aberdeen, spin off Technabling: «Uno studente con PSLT può creare la propria libreria di segni e comunicare facilmente con il tutor o con altri studenti della sua classe, senza le limitazioni imposte dalla lingua dei segni tradizionale.»
Compatangelo e i suoi collaboratori invitano gli utenti del linguaggio dei segni a partecipare al suo continuo sviluppo con idee e suggerimenti: pslt@technabling.co.uk.
Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 13 marzo 2012

Technology that translates sign language into text aims to empower sign language users (Communications Team, University of Aberdeen, King's College, Aberdeen, Scotland).
Technabling Computer scientists at Technabling, a venture from Aberdeen University, have developed a technology that translates sign language into text, thereby empowering the deaf people by making the way they communicate simpler & convenient. The portable sign language translator (or PSLT) app asks users to sign before a camera of a smartphone or a laptop. The persons they are conversing with will be immediately able to see their actions translated into text.
The development of the Portable Sign language Translator (PSLT) is funded by £150K from the Small Business Research Initiative (SBRI) sponsored by the Department for Business Innovation and Skills (BIS) and the Technology Strategy Board (TSB) and managed by JISC TechDis, a leading UK advisory service on technology and inclusion.

Nessun commento: