04 aprile 2012

La fusione nucleare e le industrie italiane. Un seminario il 5 aprile a Roma.

Nella ricerca internazionale sulla fusione nucleare che ha portato alla costruzione del reattore sperimentale ITER le aziende italiane hanno ottenuto importanti contratti industriali per la costruzione di componenti del reattore sperimentale ITER per 500 milioni di Euro. La cifra, la più alta in Europa, è stata raggiunta anche grazie alle attività di ricerca condotte nei laboratori dell’Associazione EURATOM-ENEA con un significativo coinvolgimento dell’industria. Scopo dell'incontro: preparare le industrie italiane alle sfide e alle opportunità offerte dalla ricerca sulla fusione per sfruttare il potenziale innovativo delle conoscenze acquisite nel campo delle nuove tecnologie energetiche.

LA RICERCA SULLA FUSIONE NUCLEARE E LE SUE RICADUTE INDUSTRIALI: UN CASO DI SUCCESSO NEL PANORAMA DELLA RICERCA ITALIANA
ENEA, Via Giulio Romano 41, Roma. Il 5 aprile alle 9

Programma: 9.00 Registrazione dei partecipanti
9.30 Apertura dei lavori: Giovanni LELLI, Commissario ENEA; Luigi NICOLAIS, Presidente CNR
10.00 L’impegno europeo sulla fusione nucleare
On. Amalia SARTORI, Parlamento Europeo, Presidente Commissione Industria, ricerca e energia.
10.30 Francesco PROFUMO, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
10.50 Il programma italiano sulla fusione nucleare. Aldo PIZZUTO, Direttore Associazione EURATOM – ENEA
11.10 Tavola rotonda: Le ricadute per l’industria italiana della ricerca sulla fusione nucleare; modera: Paola BATISTONI, ENEA - ITER Industry Liaison Officer Italia
Intervengono:
Roberto ADINOLFI, Amministratore Delegato Ansaldo Nucleare, Consorzio AMW (Ansaldo, Mangiarotti, W. Tosto)
Albano BRAGAGNI, Presidente Tratos Cavi, Consorzio ICAS (ENEA, Tratos Cavi, Criotec)
Maurizio GASPAROTTO, Institut für Plasma Physics
Marianna GINOLA, Responsabile Commerciale SIMIC SpA
Vincenzo GIORI, Amministratore Delegato ASG Superconductors
Raffaele LIBERALI, Capo Dipartimento per l'università, l’AFAM e per la ricerca, Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca
Sandro BONOMI, Presidente ANIMA
Francesco ROMANELLI, Direttore European Fusion Development Agreement
13.00 Conclusioni
Corrado PASSERA, Ministro dello Sviluppo Economico

Fonte: ENEA

Nessun commento: