01 aprile 2012

Un cane contro gli effetti della sindrome di Ehlers-Danlos. Le foto di Byron e della sua padrona.

Byron al bancomat Evitiamo subito gli equivoci: non è un pesce d'aprile. Il Labrador Retriever di nome Byron esiste davvero e la sua padrona, Kate Cross, ha trovato veramente in questo cane l'alleato migliore per affrontare la sua vita dignitosamente. La sindrome di Ehlers-Danlos (EDS), la malattia rara che ha colpito Kate Cross, indebolisce le articolazioni al punto che, senza un'assistenza continua, l'autonomia della persona viene ridotta enormemente. Il cane è stato addestrato a premere il pulsante dell'attraversamento pedonale e a prelevare denaro dal bancomat. Byron aiuta Kate Cross al supermercato e a rifare il letto della padrona. Per Kate Cross il cane è realmente il migliore amico.
Byron Anzi, il migliore alleato nella lotta quotidiana contro le difficoltà imposte dalla malattia.
La sindrome di Ehlers-Danlos deve il suo nome al dermatologo danese Edward Ehlers e al fisico francese Henry Alexander Danlos, che per primi stilarono un elenco delle caratteristiche di questa malattia: ipermobilità diffusa delle articolazioni, iperestensibilità della cute, lussazioni frequenti, dolore cronico a giunture e arti.
Ho proposto una breve intervista a Kate Cross. Leggerete presto le sue risposte.
Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 01/04/2012
Kate Cross and Byron

Byron and Kate Cross

Nessun commento: