12 settembre 2012

Raspberry Pi: il single-board computer per migliorare l'apprendimento. La nuova sfida di David Braben.

Nel 1984 David Braben e Ian Bell, appena ventenni, crearono il videogioco "Elite", noto per essere stato il primo a mettere insieme il combattimento tra astronavi con il controllo del commercio spaziale. Andò bene: furono vendute oltre 600 mila copie. Negli anni seguenti la carriera di Braben fu costellata di altri successi: Rollercoaster, Thrillville, Tycoon, Kinectimals.


Da alcuni mesi David Braben ha deciso di mollare tutto per collaborare con l'università di Cambridge allo sviluppo di un computer ultraeconomico studiato per suscitare l'interesse verso lo studio e la programmazione.



Braben ha sviluppato un single-board computer unendo una chiavetta USB per PC con una porta HDMI (High Definition Multimedia Interface) che si trasforma in un micro pc a soli 25 Dollari in grado di gestire applicazioni stile ufficio e navigazione web, si può collegare al televisore o a un monitor o (come nella foto sotto) a un kindle, con la porta HDMI, a una tastiera (per mezzo della porta Usb) e per archiviare i dati utilizza una normale scheda SD, sfruttando OpenGL ES 2.0 per la grafica.


Raspberry Pi


Ma una simile micropiattaforma non sarebbe adatta a ospitare Android? Certo, ma ci sono ancorà difficoltà per il porting di Android causate dal fatto che Raspberry Pi si basa su una CPU ARM11 e non sull'architettura ARMv7.
Il progetto è gestito dalla Fondazione Raspberry Pi.





Le capacità di sviluppo di questo single-board computer sono veramente enormi. L'11 Settembre 2012 l'università di Southampton ha annunciato la costruzione di un supercomputer basato su 64 Raspberry Pi per una memoria di i Tb (16 Gb con schede SD cards per ciascun Raspberry Pi) utilizzando mattoncini Lego come struttura. Southampton engineers a Raspberry Pi Supercomputer

Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 12 Settembre 2012


Nessun commento: