27 novembre 2012

Scienza allo stato brado. Un capolavoro di tv.

Una decina di anni fa, in Inghilterra, mi sono imbattuto in un programma tv e ricordo di aver pensato: non ho mai visto niente di più bello. Si chiamava Rough Science, era realizzato dalla BBC in collaborazione con la Open University e si basava su una semplicissima intuizione: mettere insieme scienziate e scienziati di diverse discipline e portarli a risolvere problemi complessi con attrezzature di fortuna. Un programma divulgativo girato in chiave reality che ora va in onda su Rai 5 ogni mercoledì alle 21 e 15 (Scienziati alla prova).
La prima serie fu girata nell'isola di Capraia, la seconda ai Caraibi, la terza in Nuova Zelanda, la quarta in California, la quinta a Zanzibar e la sesta in Colorado.
Dal punto di vista narrativo è il mito dell'avventura che si fonde quello di Robinson Crusoe (non a caso molte puntate si svolgono in un'isola). E per quanto concerne la trasmissione di contenuti scientifici (e cirla la loro prossimità al reale e al concreto) mi sembra davvero una bella idea. Anzi magnifica.
Basta guardare alcune delle creazioni di questi scienziati allo stato brado: determinare la propria posizione e costruire una radio (episodio 1), costruire batterie ad acqua e fotocamera (episodio 2), mulino a vento (episodio 3).

Non so voi, ma io questo genere di cose le trovo bellissime.
Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 26 Novembre 2012
 
Per saperne di più:
'Survivor' for Scientists (Science, John Pickrell, 19 June 2001)  

Rough Science 3: New Zealand in more depth (The OpenLearn team, The Open University, August 2006) 

Rough Science 4: Death Valley in more depth (The OpenLearn team, The Open University, August 2006)



Nessun commento: