09 marzo 2013

Touchscreen per nonvedenti. Un prototipo sviluppato alla Georgia Tech University (School of Interactive Computing)

Y'evoluzione tecnologica non coincide sempre con le esigenze di chi ha bisogni particolari. Per esempio la massiccia introduzione del touch screen ha creato qualche problema ai nonvedenti e agli ipovedenti, abituati a utilizzare i computer per mezzo della tastiera. Ecco allora BrailleTouch, l'innovazione proposta dai ricercatori della Georgia Tech University, coordinati da Mario Romero (School of Interactive Computing). La voce guida dice quali lettere si stanno digitando e il software di fatto elimina il bisogno di guardare lo schermo dello smartphone (Software eliminates need to look at mobile screen).  

Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 9 Marzo 2013 
 

Nessun commento: