30 aprile 2013

Quando le finzioni superano le realtà. L'esperimento di Salvo Di Grazia.


Nel 1987 il Journal of Statistical Physics pubblicò un articolo (Diffusion in a periodic Lorentz Gas) in cui una delle firme era di un certo "Stronzo Bestiale".

Nel 2003 fu la volta del Journal of Vertebrate Paleontology, che conteneva un paper (Missing entry replacement data analysis: a replacement approach to dealing with missing data in Paleontological and total evidence data sets) in cui era citato il parametro "The MERDA value". 

Nel primo caso agli italiofoni un articolo con quella firma potrebbe sembrare inaccettabile, ma in fondo il processo di peer review, a garanzia d'imparzialità, analizza l'articolo in quanto tale senza badare al significato di un nome in una particolare lingua). Nel secondo caso MERDA non è altro che l'acronimo di "Missing Entry ReplacementData Analysis" e ricadiamo pienamente all'interno del dominio scientifico. La finzione, se c'è, non è nella sostanza.

Recentemente, allo scopo di misurare le capacità di controllo dei processi di revisione dei congressi, il medico e blogger (MedBunker) Salvo Di Grazia ha provato a forzare la mano. E, come lui stesso spiega in Scienza, finti congressi e cattivo giornalismo (Il Fatto Scienza, 20 Aprile 2013), l'esperimento è andato a buon fine. "M’inventai un nome (Prof. Massimo Della Serietà), dei collaboratori (dottori Fasullo, Tarocco e Cetriolone) e un improbabile studio sull’uso del cetriolo endovaginale come cura per tutte le malattie, anche inventate. Neanche a dirlo arrivarono insistenti messaggi d’invito al congresso, il “prestigioso comitato scientifico” aveva accettato il mio studio sul cetriolo".

Ma non finisce qui: Salvo Di Grazia è riuscito a farsi accettare un articolo scientifico dal titolo The "Sbudella method" a new, effective way to treat people with hole on the stomach con le firme: M. Della Serietà, A. Salsiccia, I. Melone, L.A. Frittata. Affiliazione: R. Siffredi Foundation, Italy. Ma l'aspetto più grottesco è nel contenuto della pubblicazione scientifica.

Vediamo se la riconoscete:

Methods: Bring a large pot of salted water to a boil. Cook bacon in a heavy skillet until crisp. Remove bacon from pan and drain on paper towels. Set bacon aside. Set skillet aside; do not rinse or wash.

Cook the pasta as directed on package. Meanwhile, combine the egg yolks, half the Parmesan cheese, nutmeg, and pepper in a medium bowl and beat until well blended.

When the pasta is cooked, drain, reserving about 1/3 cup cooking water, and immediately add to the skillet with the bacon drippings. Place over low heat and toss for 1 minute, scraping the pan with tongs to loosen pan drippings.
Stir in the egg mixture and toss thoroughly until combined. Add pasta cooking water as needed until a creamy sauce forms. Add the bacon and remaining cheese and toss again to coat. Serve immediately.

Esatto: è la ricetta della pasta alla Carbonara!

Risultato finale dell'esperimento, dal blog di Salvo Di Grazia

L'intento di Salvo Di Grazia non era quello di denigrare il mondo scientifico e l'istituto della revisione tra pari, quanto invece denunciare la facilità con la quale le false teorie possono riuscire a far breccia nel grande pubblico e conquistare credibilità senza merito.
Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 30 Aprile 2013

Nessun commento: