03 agosto 2014

Le missioni spaziali nella cameretta. Cosa può fare un papà ignegnoso, con Raspberry Pi e Arduino...

Ci sono papà che costruiscono archi, frecce e innumerevoli altre cose per i loro figli, altri organizzano viaggi, altri sviluppano app. Jeff Highsmith per il figlio di 4 anni ha costruito una piccola astronave. Ma non si tratta di una casetta a forma di nave spaziale. No, si tratta di un simulatore pieno di minuziose riproduzioni dei pannelli di controllo, complete di generatori di suoni originali delle missioni Apollo (scaricati da freesound.org). C'è un joystick che controlla luci e suoni dei propulsori. C'è il braccio robotico azionabile a distanza. C'è la connessione con il sistema di trasporto pneumatico, realizzato in precedenza in casa Highsmith. E c'è il pannello di controllo dei sistemi di allarme: "C&WS” (Caution and Warning System) del quale Jeff Highsmith è particolarmente orgoglioso per la somiglianza con quello originale delle missioni Apollo spacecraft. 
E pensare che tutto è partito dalla necessità di costruire un banco per fare i compiti a casa per l'altro figlio...
Jeff Highsmith nel suo blog si definisce uno che ama fare cose (e aggiunge: "Il mezzo non è importante, e mi piace rubacchiare materiali e costruire con quello che trovo"). Dietro questo complesso giocattolo ci sono competenze tecniche (tutto è controllato da schede Raspberry Pi e Arduino), tempo libero e una grande voglia di fare con le proprie mani.
Il video seguente illustra molto bene l'opera di Highsmith:



Jeff Highsmith ha raccontato la sua impresa su makezine.com il 26 Giugno: Making Fun: Kid’s Room Spacecraft (da cui sono tratte queste foto)



"I love to make things. The medium isn't important, and I enjoy scrounging for materials and making do with what's at hand."
Jeff Highsmith

Nessun commento: