14 settembre 2014

Ciolkovskij e i nostri sogni spaziali


Il 17 Settembre 1857 nasceva Konstantin Ciolkovskij, la persona che rese possibile il viaggio spaziale. Lo ricordiamo per aver elaborato, nel 1883, la prima teoria della propulsione a razzo. Per aver costruito, nel 1897, la prima galleria aerodinamica russa. Per aver scritto, nel 1903, il primo trattato dedicato all'impiego di idrogeno e ossigeno come combustibili “L'esplorazione dello Spazio cosmico per mezzo di motori a reazione” e nel 1929 lo studio sui razzi a più stadi con propellenti liquidi: "Treni di razzi cosmici".
Lo scienziato russo ipotizzò anche altre importanti questioni tecnologiche, come la guida di razzi per mezzo di alette orientabili, immerse nel getto propulsivo. E pensare che Ciolkovskij, sordo a causa della scarlattina, compì i propri studi da autodidatta, nella biblioteca di Mosca, dove conobbe il filosofo russo Nikolai Fedorovitch Fedorov, il quale stimolò la sua curiosità nei confronti del cosmo. In onore di Ciolkovskij non ci sono solo francobolli e monete. C'è anche buona parte del film "In viaggio verso le stelle" di Pavel Klushantsev (1957).
Doveroso omaggio al padre dei nostri sogni spaziali.

Andrea Mameli, 15 Settembre 2014

Questo post esce simultanemente nei blog http://danielebarbieri.wordpress.com e www.linguaggiomacchina.it

Nessun commento: