23 dicembre 2008

Premio per la creatività, fra tradizione e innovazione

lana di pecora sarda Archimede Webzine, 23 dicembre 2008
La lana di pecora si aggiudica il Premio Innovazione Amica dell'ambiente 2008: è accaduto a Milano, il 25 novembre 2008, nella sala Pirelli della Regione Lombardia. I prodotti naturali termoisolanti fonoassorbenti di lana sarda al 100% si sono aggiudicati il prestigioso riconoscimento promosso, con il Patrocinio del Ministero all'Ambiente, da Legambiente, Università Bocconi, Politecnico di Milano, Regione Lombardia, Osservatorio Impresa, Giovani Imprenditori Confindustria. I materiali prodotti dall'azienda sarda, pur essendo in commercio da pochi mesi (maggio 2008), sono stati scelti su un gruppo di 150 concorrenti.
I prodotti Edilana ideati e realizzati in Sardegna, senza godere di finanziamenti pubblici, nascono dalla stretta relazione fra saperi locali e competenze tecnologiche avanzate. Il prodotto Edilana nasce anche sulla scorta delle iniziative promosse dalla Banca del Tempo di Guspini, attraverso una seria valorizzazione dei saperi locali e basandosi su investimenti di imprenditori locali. Grazie alla lana di pecora la Banca del Tempo ha realizzato i giardini di vicinato conquistando nel 2000 il Premio delle Città Sostenibili delle bambine e dei bambini promosso dal Ministero all’Ambiente. Per creare cascate di piante sulle facciate delle case con edilana occorre solo acqua piovana, dato che il nutrimento viene ceduto dalla lana: trattandosi di pecora lattifera il mantello dell'animale è ricco di sostanze nutritive per le piante.
L'impiego di questi materiali nell'edilizia garantisce isolamento termico e acustico al riparo da problematiche, come le allergie, cui si presta sempre maggiore attenzione. La lana è inoltre ignifuga (brucia a 660 gradi) e risulta inattaccabile dalle muffe. E se si considera che con la creazione della lana si riducono drasticamente i fattori negativi legati alla produzione delle materie sintetiche, come il consumo di combustibili fossili e la produzione di anidride carbonica, non si può fare a meno di notare l'importanza di questo tipo di scelte. Le economie sostenibili basate sulla lana sarda marchiata Edilana sono state oggetto di una tesi di laurea discussa alla facoltà di economia dell'Università di Cagliari il 15 dicembre 2008. "I prodotti Edilana - si legge nel sito - necessitano di un dispendio energetico di produzione bassissimo (pari solo al 3% rispetto alla produzione degli altri materiali coibenti)". Ma la lana sarda diviene protagonista anche di altre iniziative, come il progetto di architettura sonora "Nodas", che rappresenterà la creatività italiana alla prestigiosa rassegna International Design Festival di Melbourne 2009, organizzata annualmente dal National Design Centre australiano. E il progetto "Teatri di Danza e di Lana di pecora" (svoltosi nel dicembre 2008 a Cagliari, Quartucciu, Porto Torres, Serrenti, Tempio, Nuoro): che ha portato in scena gli artisti Rossana Luisetti, Ignazio Nurra, Valentina Puddu, Giuseppe Tuveri, Guido Tuveri con la produzione del Balletto di Sardegna "Su muccadori de sa sposa". Durante lo spettacolo alcune donne di Iglesias e di Guspini guidate da Daniela Ducato di Edilana hanno trasformato le loro mani e i loro corpi in un unico telaio per creare tessuti sonori, impastando insieme fiocchi di lana di pecora sarda colorati con le terre del Parco Geominerario e con le erbe selvatiche, i frutti, gli ortaggi del Medio Campidano.
Le attività del progetto Edilana hanno contribuito anche alla riabilitazione della pecora dal manto nero. L'espressione polirematica "pecora nera" indica in molte culture un soggetto che si distingue, in maniera negativa, dal gruppo, tuttavia la lana bianca è frutto di una millenaria opera di selezione genetica: i capi albini (bianchi) erano privilegiati in quanto la loro lana è più facilmente colorabile. Oggi, con il riconoscimento dell'utilità della lana nera naturale (come prodotto commerciale) e dell'importanza della biodiversità (come patrimonio genetico da salvaguardare) la pecora nera sta meritando l'attenzione di cui non ha goduto per secoli. Le qualità della lana di pecora nera sono rilevanti (uncinatura molto ricca e sinuosa, spiraliforme e una grande presenza di giarre, spiega il sito edilana.com). Queste caratteristiche permettono di allargare la coibentazione degli edifici anche alle coperture a verde e per mantenere un adeguato livello di umidità nei giardini e negli orti verticali.
Andrea Mameli, Giornalista scientifico

Nessun commento: