16 dicembre 2009

La termodinamica? Nel terzo cassetto (L'Unione Sarda, 16 dicembre 2009, Ignazio Sanna)

ricci sanna Scienziato e giornalista, l'autore spiega i principi che si celano dietro stereo e materasso, tubi e biliardo
Vedi le foto “Viaggio intorno alla mia camera” di Xavier De Maistre è un piccolo capolavoro della fine del Settecento, la cronaca di un viaggio microscopico ma non per questo meno ricco di spunti di riflessione. “La fisica in casa” (Giunti, 216 pagine, 12 euro) di Emiliano Ricci sembra esserne un lontano discendente, un erede che amplia il terreno dell'esplorazione assumendo come guida una disciplina scientifica, la fisica, percorrendo le nostre abitazioni da una camera all'altra, veri e propri laboratori di fisica.
Del resto il sottotitolo non ne fa mistero: “Viaggio, stanza per stanza, tra fenomeni inaspettati e ingegnose scoperte”. Chi ha assistito alla presentazione del libro a Cagliari alla presenza dell'autore, con il supporto del giornalista scientifico Andrea Mameli, ha visto un vero e proprio piccolo spettacolo, a base di forno a microonde, pop corn e uova. La presentazione ha avuto luogo nell'ambito del ciclo di incontri Pagine di Scienza.
Ricci, fisico e astrofisico, già autore di Fisica per la collana “Atlanti scientifici” di Giunti e del recente “Osservare il cielo”, per lo stesso editore, intraprende questo viaggio tra meccanica, termodinamica e elettromagnetismo, i fenomeni fisici principali che trovano applicazione negli oggetti che rendono le nostre case confortevoli. Si parte dalla cucina, tra pentole a pressione e caffettiere, per proseguire con il bagno, tra rubinetti che perdono e bolle di sapone. È la volta poi della camera da letto, dove si prendono in esame materassi a molle, termocoperte e scaldini, e infine del soggiorno, dove troviamo lo stereo e il computer. Dopo aver accennato ai principi della domotica, la disciplina che si occupa dell'automazione computerizzata nelle case, nel capitolo finale ci si dedica all'impianto elettrico e a quello del telefono, ai termosifoni e ai condizionatori (senza scordare il biliardo). Fra le chicche più gustose, il racconto del tentativo di cottura di un uovo da parte dell'inventore del forno a microonde, l'americano Percy Spencer. Il risultato fu esplosivo, nel senso che scoppiò in faccia a uno dei suoi collaboratori, e Ricci ci spiega il perché. Ricci è anche un giornalista scientifico, e nella prefazione del libro sottolinea opportunamente il ruolo della divulgazione scientifica che, se fatta correttamente, può accrescere la consapevolezza del cittadino comune rispetto a temi di grande rilevanza per la vita di tutti i giorni, come la fecondazione assistita, l'utilizzo dell'energia nucleare o la produzione di organismi geneticamente modificati (OGM). E specialmente se il cittadino è chiamato a pronunciarsi su questioni delicate come queste e altre attraverso lo strumento del referendum. Se si sa esattamente di cosa si parla è più difficile prendere cantonate.
IGNAZIO SANNA
L'UNIONE SARDA - Mercoledì 16 dicembre 2009

Nessun commento: