25 dicembre 2011

I neutrini non hanno superato i limiti di velocità. Lo scrivono Cowsik, Sarkar e Nussinov su Physical Review Letters

Ramnath Cowsik Utpal Sarkar Shmuel Nussinov In un articolo pubblicato ieri nella rivista Physical Review Letters i fisici Ramnath Cowsik, Utpal Sarkar e Shmuel Nussinov, mostrano che la velocità della luce non è stata superata.
Applicando i principi di conservazione dell'energia ai neutrini prodotti negli esperimenti del CERN e rilevati al Gran Sasso, i tre ricercatori sostengono che se le particelle avessero viaggiato oltre la velocità della luce avrebbero avuto un'energia più bassa di quella realmente misurata.

Superluminal Neutrinos at OPERA Confront Pion Decay Kinematics (Phys. Rev. Lett. 107, 251801. 2011)
Ramnath Cowsik, Utpal Sarkar, Shmuel Nussinov
Abstract
Violation of Lorentz invariance (VLI) has been suggested as an explanation of the superluminal velocities of muon neutrinos reported by OPERA. In this note we show that the amount of VLI required to explain this result poses severe difficulties with the kinematics of the pion decay, extending its lifetime and reducing the momentum carried away by the neutrinos. We show that the OPERA experiment limits $\alpha = (v_\nu - c)/c < 4 \times 10^{-6}$. We then take recourse to cosmic ray data on the spectrum of muons and neutrinos generated in the earth's atmosphere to provide a stronger bound on VLI: $(v-c)/c < 10^{-12}$.

Nessun commento: