31 luglio 2012

Combattere il traffico con gli incentivi. Gli esperimenti di Bangalore e di Stanford.

Cosa succederebbe se per contrastare il traffico che imperversa nelle città si invogliassero i conducenti a evitare le fasce orarie più critiche?
Questa domanda ha guidato l'esperimento condotto a Bangalore, in India, per sei mesi (dal 6 Ottobre 2008 al 10 Aprile 2009) da Deepak Merugu (ingegnere elettronico dell'Università di Stanford), Balaji S. Prabhakar (ingegnere elettronico dell'Università di Stanford), N. S. Rama (Infosys Technologies, Bangalore). Il progetto, denominato INSTANT (for the Infosys-Stanford Traffic project), ha coinvolto circa 14 mila pendolari della società Infosys Technologies di Bangalore.
Attualmente Balaji Prabhakar è impegnato in un progetto che coinvolge chi entra e chi esce da Stanford nelle fasce 8-9 e 17-18. Chi partecipa al progetto, denominato Capri (Congestion and Parking relief Incentive) riceve in alcuni punti da accumulare e in altri casi piccole somme di denaro. Il sistema è completato da un social network interno attraverso il quale ogni dipendente può verificare il proprio comportamento e quello degli altri.
Prabhakar, che a Stanford insegna “Incentive Mechanisms for Societal Networks” osserva il comportamento degli automobilisti e punta a incentivare anche il parcheggio distante da casa: "I posti che distano 10 minuti a piedi sono quelli più vuoti. E noi vogliamo incoraggiare la gente a utilizzare i posti auto anche se sono distanti".

D. Merugu, B. Prabhakar, N. Rama "An Incentive Mechanism for Decongesting the Roads: A Pilot Program in Bangalore" (NetEcon, ACM Workshop on the Economics of Networked Systems, July 2009)

Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 31 Luglio 2012

Nessun commento: