12 gennaio 2013

Calamaro gigante: Kubodera e Kyoichi Mori c'erano arrivati nel 2004. E avevano pubblicato nel 2005 sui Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences

Ora che Discovery Channel e NHK hanno annunciato il primo video di un calamaro gigante appartenente al genere Architeuthis (Il Kraken esiste davvero", Linguaggio Macchina, 12 Gennaio 2013) sono andato a verificare in giro.
Ho scoperto così che nel 2004 (per la precisione il  30 settembre) i ricercatori Tsunemi Kubodera (Museo Nazionale di Scienze del Giappone) e Kyoichi Mori (Associazione di osservazione delle balene delle isole Ogasawara) avevano fotografato un calamaro gigante vivo nel suo ambiente naturale. Le foto e la descrizione della scoperta furono pubblicate nella rivista scientifica Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences nel 2005.

Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 12 Gennaio 2013

First-ever observations of a live giant squid in the wild [272(1581):2583-2586]
Abstract
The giant squid, Architeuthis, is renowned as the largest invertebrate in the world and has featured as an ominous sea monster in novels and movies. Considerable efforts to view this elusive creature in its deep-sea habitat have been singularly unsuccessful. Our digital camera and depth recorder system recently photographed an Architeuthis attacking bait at 900 m off Ogasawara Islands in the North Pacific. Here, we show the first wild images of a giant squid in its natural environment. Recovery of a severed tentacle confirmed both identification and scale of the squid (greater than 8 m). Architeuthis appears to be a much more active predator than previously suspected, using its elongate feeding tentacles to strike and tangle prey.






Nessun commento: