03 ottobre 2013

Instagram a tavola può aiutare a dimagrire? Uno studio pubblicato sul Journal of Consumer Psychology

Guardare molte fotografie di alimenti aumenta il senso di sazietà: a questa conclusione sono giunti Ryan Elder, Jeff Larson (docenti di marketing alla Marriott School of Management della Brigham Young University) e Joseph Redden (Università del Minnesota) dopo aver analizzato il comportamento di un campione di 232 volontari. La ricerca, che classifica questo comportamento come food-photo phenomenon, è consistita nel far osservare a metà dei partecipanti 60 foto di dolci, e altrettante di alimenti salati alla restante metà del campione. Dopo aver attribuito un voto a ciascuna immagine, classificandola dalla più alla meno appetitosa, ai volontari sono state fornite noccioline salate per valutare la maggiore o minore propensione a mangiarle. Le persone che avevano osservato cibi salati non risultavano particolarmente attratti delle noccioline e questo ha portato i ricercatori a concludere che i soggetti si ritenevano sazi non tanto di noccioline quanto della loro rappresentazione visiva.

Andrea Mameli
Blog Linguaggio Macchina
3 Ottobre 2013

BYU research finds that looking at too many pictures of food can actually make eating that type of food less enjoyable (Source: Brigham Young University)


Lo studio è stato pubblicato il 14 Settembre 2013 sulla rivista Journal of Consumer Psychology con il titolo "Satiation from sensory simulation: Evaluating foods decreases enjoyment of similar foods".
Abstract
We demonstrate in two studies that people get more satiated on a food after repeatedly rating or choosing among similar foods shown in pictures. Repeated evaluations of food apparently have an effect similar to actual consumption—decreased enjoyment of foods that share a similar taste characteristic (i.e., sensory-specific satiety). We provide mediation evidence to show that satiation manifests because considering a food engenders spontaneous simulations of the taste of that food item, which by itself is enough to produce satiation. These findings establish sensory simulations as an important mechanism underlying satiation, and provide behavioral evidence that simple evaluations can produce sensory-specific satiety.


Comunicato ufficiale della Brigham Young University: How Instagram can ruin your dinner



Nessun commento: