13 dicembre 2013

L'importanza del dubbio e del divertimento nella comprensione della scienza


Grazie alla Rete regionale dei divulgatori della scienza Chentuconcas oggi ho conosciutoil fisico Miha Kos, ideatore nel 1995 della Casa degli esperimenti (Hiša eksperimentov) di Ljubljana, il primo centro della scienza in Slovenia.
iha Kos ha dimostrato, coinvolgendo i 65 presenti in una serie di semplici esperimentii, l'importanza del dubbio nella comprensione della scienza.
Il dubbio - ha sottolineato Miha Kos - è una cosa estremamente importante: se non ci fossero dubbi non ci sarebbero invenzioni e scoperte e l'apprendimento della scienza sarebbe abbastanza noioso.
Miha Kos ha introdotto anche un concetto particolarmente familiare ai divulgatori: per capire la scienza, o almeno per avvicinarsi ad essa, è importante anche il divertimento. Ma non perché la scienza sia divertenze (il mestiere dello scienziato è difficile e impegnativo) quanto perché il divertimento sia connesso con l'apprendimento.
Giocare per imparare 
A riflessioni simili giunse anche il fisico Louis De Broglie nel 1958 con il saggio Importanza della curiosità, del giuoco, dell'immaginazione e dell'intuizione nella ricerca scientifica, in cui scriveva: "Svelare un enigma, trovare la soluzione di una sciarada, non significa forse cercare di scoprire qualcosa di nascosto e non è questo una specie di sforzo analogo alla ricerca scientifica? Inoltre credo si possa affermare che il gusto per il giuoco, che è come la curiosità una tendenza naturale nel fanciullo, ma che non è però infantile nel senso peggiorativo della parola, abbia anch’esso contribuito al progresso della scienza."

Andrea Mameli
Blog Linguaggio Macchina
13 Dicembre 2013



Nessun commento: