12 gennaio 2014

L'aerodinamica e la bellezza



Da tempo mi chiedo una cosa: perché mi piace ammirare le forme aerodinamiche, come quelle della Ferrari formula 1 che ho fotografato a Monaco di Baviera alcuni giorni fa?
Sarà proprio perché sono aerodinamiche? Sarà per una questione di gusto legata al particolare design? O forse perché ricordano forme arodinamiche naturali, come quelle di pesci e uccelli?
Chi mi sa aiutare a dirimere la questione estetica, presumibilmente di natura antropologica?
Grazie.
P.S. Forse queste forme piacciono solo a me e a pochi altri, ma il mio gusto risale a molti anni fa: a partire dall'epoca in cui giocavo con le automobiline.
Andrea Mameli 
Blog Linguaggio Macchina 
12 Gennaio 2014
 

2 commenti:

alessandra ha detto...

Ciao, da antropologa a me pare che l'ammirazione per la Ferrari, i suoi modelli, i suoi bolidi abbia a che fare col mito della velocita', della tecnica, della perfezione delle tecnologie umane, e con gli status symbol a noi cari, che usiamo per rinforzare l'idea che vogliamo che le persone si facciano di noi. L'auto, specie in Italia e' un prolungamento della persona, un avatar, che racconta molto della personalita', della cultura, del censo, della posizione sociale della persona stessa...

andrea mameli ha detto...

Nel mio caso l'ammirazione mi sembra strettamente legata alle tecnologie e alle forme e mi sembra per questo un gradimento razionale. Pensando al gradimento per la Ferrari, inoltre, mi accorgo che non è mai abbinato al desiderio di avere l'auto ma solo di guardarla e di riflettere su come è fatta e su come sono state determinate le particolari scelte tecniche.