28 agosto 2014

Cagliari abbraccia Luna Rossa: mille persone visitano la base

Alla base operativa del progetto Luna Rossa Challenge si arriva con un bus navetta, nell'area riservata del porto di Cagliari. Il giro è completo: la guida illustra gli scafi AC45, le vele, la palestra, la sala mensa (con un magnifico panorama della città), il catamarano AC72 che ha disputato la 34-sima Americas's Cup (San Francisco, 2013).

Superato il trauma di non poter scattare foto (per un motivo valido e comprensibilissimo: non regalare vantaggi agli avversari) si vive un'esperienza interessante. E per chi ama la vela anche esaltante.
Impressionano gli scafi e la vela in carbonio, frutto di una ricerca e di una sperimentazione continua. Qui il divieto di fotografare è ssoluto.
Colpiscono le tute in neoprene (e il casco da slalom gigante) indispensabili per navigare a velocità notevoli (40 nodi) in mezzo all'acqua (la tuta fa da salvagente, da muta e da airbag). Le foto sono sotto.
Si nota che queste persone, competenti e appassionate, aprono le porte della base con entusiasmo. Lo skipper, Max Sirena, si concede pazientemente alle foto e risponde con generosità alle domande di adulti e bambini. Io gli chiedo "come vi siete trovati a Cagliari?" e lui mi risponde senza esitazione: "Benissimo. Anzi, qui mi trasferirei proprio".

Cagliari ospiterà le 80 persone che compongono la squadra e le loro famiglie, circa 300 persone in tutto, fino al 2017. Determinante, oltre alle condizioni ambientali e climatiche, la presenza di alcune infrastrutture: "ospedali e scuole di livello internazionale - disse Sirena al centro culturale Lazzaretto di Cagliari il 7 Luglio, invitato a portare la voce di Luna Rossa al convegno "Flussi finanziari pubblici nel settote cultura e servizi ricreativi" - ma anche un centro di ricerca come il CRS4 e altre strutture scientifiche e tecnologiche che ci sono utili nel nostro lavoro". E di scienza e tecnologia, accanto alla dimensione sportiva, ce n'è davvero tanta. Ma ci ritorneremo.
La presenza a Cagliari della base di Luna Rossa non è solo motivo d'orgoglio: costituisce anche un fatto culturale.
E ovviamente c'è l'aspetto sportivo per la 35-sima Coppa America Luna Rossa se la vedrà con il detentore del titolo, Oracle Usa, e quattro sfidanti: Artemis Racing (Svezia), Ben Ainslie Racing (Gran Bretagna), Emirates Team New Zealand (Nuova Zelanda), Team France (Francia).
Sarà una bella competizione.
In bocca al lupo, Luna Rossa!



Impossibile resistere alla tentazione di farsi una foto davanti a Luna Rossa!



P.S. Bellissima Cagliari vista dalla base di Luna Rossa!




Andrea Mameli, blog Linguaggio Macchina, 28 Agosto 2014

Nessun commento: