16 maggio 2015

Pigliaru: portare l'innovazione e la creatività dentro l'ex Manifattura Tabacchi di Cagliari

Il Presidente della Regione Autonoma della Sardegna, Francesco Pigliaru, illustra uno scenario affascinante: portare tutta l'innovazione a Cagliari, nei locali dell'ex Manifattura Tabacchi. Le parole di Pigliaru, pronunciate il 14 Maggio 2015 (in occasione del convegno "La manifattura tabacchi. Il prossimo futuro della fabbrica della creatività") sono chiare e incisive:
«Dal mio punto di vista si prende il vecchio progetto e lo si innova creando molto spazio per buttare dentro tutto quello che di innovativo in ambito digitale, che si affianca a quello che è innovativo in altri ambiti, si concentra tutto in un posto. Gli incubatori che abbiamo li portiamo magari tutti insieme, creiamo spazio per i contamination lab...»
Qui un breve estratto (dal video integrale di Bruno Tagliareni):

Francesco Pigliaru ritorna sui concetti già espressi il 27 Giugno 2014 - di cui ho fornito un resoconto qui: Cerco un centro di densità permanente. All we need is people (and proxymity) - «Io cito sempre e continuerò a farlo un articolo di Paul Graham, un meraviglioso articolo, "Come si fa una Silicon Valley", nessuno riuscirà mai a fare una Silicon Valley, è una provocazione, nessuno potrà fare una Silicon Valley, però è importante pensare agli ingredienti essenziali. Gli ingredienti essenziali non sono soldi pubblici, non sono cose strampalate, non sono parchi tecnologici costruiti nel mezzo di nulla. Non sono parchi tecnologici costruiti nel mezzo di nulla. C'è una frase fantastica, Paul Graham dice c'è Sophia Antipolis, mito tra i parchi tecnologici, fantastico, ci sono dentro Ibm, Cisco, Compaq, NCR e un sacco di altre cose. Ma Graham dice ma vi sembra che ci siano delle startup dentro? No, sono delle sedi periferiche di grandissime società, Gli date un poì di soldi e magari vanno perché è un posto importante francesce. Ma non c'entra nulla. Noi creiamo luoghi nei quali accadono cose nuove, che mi pare è quello che ci interessa, creatività in fondo significa far accadere cose nuove, creare un humus nel quale cose nuove possano accadere. L'obiettivo è non si fa un parco tecnologico laggiù a 40 km o a 100 km dai posti dove la gente vive, dorme, esce a prendersi una birra e una pizza e magari sta pensando "ah tu sai fare quella cosa, stavo cercando uno, anzi non ci avevo nemmeno pensato" questo è il genere di cose che succede, quindi abbiamo una grandissima opportunità. Questa opportunità è uno degli ingredienti di successo per creare humus per fare cose.»

Il video integrale dell'intervento di Francesco Pigliaru dal canale youtube Bruno Tagliareni:


Andrea Mameli, blog Linguaggio Macchina (16 Maggio 2015)


L'articolo di Paul Graham "How to be Silicon Valley" 

Il mito della Silicon Valley, la sostenibilità e la foresta pluviale.

Nessun commento: