25 ottobre 2007

Fragili equilibri: a Quartu fino al 30 ottobre.

fragili equilibri Chiude i battenti il 30 ottobre la mostra interattiva Fragili Equilibri, nella quale arte e scienza si incontrano in uno splendido abbraccio culturale. Le splendide installazioni di Raffaello Ugo, con le loro acque cadenti su metallo riciclato, e i laboratori didattici guidati da Pietro Olla, fanno di questa proposta un piccolo centro della scienza. Spero che a innamorarsi di queste installazioni, come è capitato agli Amministratori di Quartu Sant'Elena, possano essere presto anche gli Amministratori della Regione, speranzosi come siamo di veder nascere in Sardegna un bel centro della scienza. Da tempo ripetiamo che Science Center significa ricchezza: innanzitutto culturale, per i cittadini e per i visitatori occasionali (come ad esempio i turisti, senza contare i visitatori intenzionali) e poi sociale (avvicinarsi alla scienza fa bene alla società). E in fondo anche economica: un punto di attrazione di turisti e di scuole in gita e di famiglie in visita può significare un pochino di lavoro in più. Per me poi è motivo di orgoglio: dopo aver visto realtà, in giro per il mondo, capaci di valorizzare anche un piccolo reperto e di costruirci intorno ottimi luoghi di attrazione, sarei felice di veder nascere un piccolo Science Center a Cagliari (secondo me lo meritiamo) come chiedono da anni anche gli amici di Scienza Società Scienza.

Foto: Attilio Dellamaria

Nessun commento: