05 gennaio 2011

A 10 anni scopre una Supernova: è successo in Canada il 2 gennaio 2011

Kathryn
Supernova Kathryn Gray Aurora Kathryn Gray ha solo 10 anni ma ha già scritto il suo nome nel grande libro dell'astronomia. Il 2 gennaio la bambina stava osservando lo schermo del computer di casa su cui girava un programma che permette di confrontare vecchie immagini con nuove osservazioni: le foto della galassia UGC 3378 nella constellazione della Giraffa (Camelopardalis), distane 240 miilioni di anni luce dal nostro pianeta, scattate al telescopio da Dave Lane, astrofilo di Stillwater Lake (Halifax) e spedite via e-mail al padre di Kathryn, Paul Gray, anche lui astrofilo. Kathryn ha visto un punto luminoso che non si trova nelle vecchie immagini e ha chiesto aiuto al papà per distinguere la stella da eventuali asteroidi e per ricontrollare la lista delle supernove conosciute. Kathryn Gray La scoperta è stata prontamente confermata da Brian Tieman (Illinois) e da Jack Newton (Arizona) e quindi registrata ufficialmente come "Supernova 2010lt".
La bambina vive a Fredericton, nella provincia canadese del New Brunswick, e si appresta a rientrare a scuola dopo le vacanze di Natale. Immaginiamo la gioia dei compagni e delle maestre.
Fino al 2 gennaio il titolo di più giovane cacciatrice di supernove spettava alla quattordicenne newyorkese Caroline Moore: nel novembre del 2008 aveva scoperto la Supernova SN 2008ha, situata a 70 milioni di anni luce dalla Terra. Erano secoli che non si scopriva una supernova nella nostra galassia.
Comunicato stampa della Royal Astronomical Society of Canada (RASC): Ten-year-old New Brunswick Girl Discovers Exploding Star
Posizione della Supernova 2010lt: 6h06m09s.18, +83o50'28".8, 20" ovest e 10" nord dal centro della galassia UGC 3378.
La foto della scoperta:

Andrea Mameli, Blog Linguaggio Macchina, 5 Gennaio 2011
 
Il mio articolo sul quotidiano L'Unione Sarda: La bambina che scopre le stelle (6 gennaio 2011)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Qualcuno regali un moitor LCD a questa povera bimba prima che le caschino gli occhi dalla testa

Andrea Mameli ha detto...

potrebbe essere un bel premio da parte della Royal Astronomical Society of Canada...

Anonimo ha detto...

si certo, e se le capita qualche pixel bruciato su un lcd... ne scopre a decine di supernovae! :)