22 gennaio 2012

Homo incognitus ("Denisova X Woman"). Né Sapiens né Neanderthal (Neither Neandertal nor modern human)

grotta Desinova Quella grotta siberiana nasconde uno dei più grandi segreti della storia dell'umanità. Le ossa di una mano scoperte nel 2008 e studiate dagli antropologi del Max Planck Institute di Leipzig appartenevano a una donna vissuta 41 mila anni fa. Ma una donna di quale specie? I ricercatori tedeschi, guidati da Svante Paabo del Max-Planck, hanno scoperto che il DNA estratto da quelle ossa è diverso da quello dei Neanderthal e dei Sapiens.
(The complete mitochondrial DNA genome of an unknown hominin from southern Siberia Nature. Letter published online 24 March 2010).
Secondo l'antropologo John Hawks (Wisconsin-Madison University) molti geni HLA (utili al sistema immunitario) risalgono a prima della separazione tra Sapiens, Neandertal e Denisova. Inoltre Hawks ha osservato che alcune forme di geni che aiutano noi Sapiens a respingere malattie epidemiche come il morbillo non sono presenti nel corredo genetico degli uomini di Neandertal e Denisova.
L'ominide siberiano, conosciuto con il nome provvisorio di Denisova hominins, mostra circa 400 differenze geniche con noi e con i neanderthaliani (Neither Neandertal nor modern human Max-Planck-Gesellschaft. December 23, 2010) il che sembra indicare l'esistenza di (almeno) un altro ramo di ominidi. Ulteriori studi hanno portato alla ricostruzione genetica di questo gruppo di ominidi: Genetic history of an archaic hominin group from Denisova Cave in Siberia (Nature. Published online: 22 December 2010).
Abstract
Using DNA extracted from a finger bone found in Denisova Cave in southern Siberia, we have sequenced the genome of an archaic hominin to about 1.9-fold coverage. This individual is from a group that shares a common origin with Neanderthals. Denisova This population was not involved in the putative gene flow from Neanderthals into Eurasians; however, the data suggest that it contributed 4–6% of its genetic material to the genomes of present-day Melanesians. We designate this hominin population ‘Denisovans’ and suggest that it may have been widespread in Asia during the Late Pleistocene epoch. A tooth found in Denisova Cave carries a mitochondrial genome highly similar to that of the finger bone. This tooth shares no derived morphological features with Neanderthals or modern humans, further indicating that Denisovans have an evolutionary history distinct from Neanderthals and modern humans.

Nessun commento: