11 novembre 2012

La percezione falsata dei nostri consumi. Nicola Armaroli al Cagliari FestivalScienza 2012.

Quanto pensiamo di consumare? Nicola Armaroli (direttore dell’Istituto di Sintesi organica e fotoreattività del CNR di Bologna), a Cagliari nei giorni scorsi per il FestivalScienza 2012, ha mostrato i risultati di un'inchiesta del 2007 condotta dal servizio per l'analisi delle tendenze dell'opinione pubblica della Commissione europea (Eurobarometro).

La discrepanza tra percezione e realtà dei consumi è evidentissima: forse - è la spiegazione fornita da Armaroli - ciò che più si vede e si sente (luci, lavatrice, lavastoviglie, frigorifero) colpisce maggiormente la nostra immaginazione. Mentre la voce più consistente dei consumi reali, il riscaldamento, passa quasi inosservato.
Possibile che sia così, anche se l'analisi andrebbe meriterebbe uno studio a parte.
Tuttavia va anche detto che la media dei consumi reali si riferisce a un territorio molto esteso e particolarmente eterogeneo dal punto di vista climatico come il "vecchio continente". Quindi non rispecchia di fatto la realtà dei consumi di ogni casa europea. In ogni caso è un genere di riflessione a mio avviso estremamente importante.
    Ecco la misura della percezione dei consumi dei cittadini europei:
  • 39% Luce + Elettrodomestici
  • 26% Riscaldamento
  • 18% Acqua calda
  • 14% Auto
  • 3% Non so
    Ecco i consumi reali (media):
  • 53% Riscaldamento
  • 31% Auto
  • 8% Luce + Elettrodomestici
  • 8% Luce Acqua calda
Andrea Mameli www.linguaggiomacchina.it 11 Novembre 2012
Energia: sfida globale e responsabilità individuale (Nicola Armaroli)

Nessun commento: