04 giugno 2015

Il senso dell'umorismo secondo Aaron Ciechanover

Ho sempre pensato al senso dell'umorismo come a un chiaro indicatore della presenza di vita intelligente. Così, quando il premio Nobel Aaron Ciechanover alla domanda se il senso dell'umorismo ha una qualche importanza nella vita mi ha risposto: "Non potrei farne a meno", mi sono sentito gratificato.


Con A. Ciechanover a Cagliari (4 Giugno 2015)


Lei è noto per essere un uomo spiritoso. L'umorismo ha qualcosa a che vedere con il suo mestiere?

«Penso di sì. Tutti noi abbiamo personalità diverse, l'oceano degli esseri umani è molto più diversificato di qualsiasi altro mare, ma penso che dovremmo mantenere noi stessi nella giusta proporzione. Man mano che si invecchia si scende un po' dal podio, anche come scienziati. Dobbiamo essere estremamente seri da un lato, nel capire il mondo e cercare di viverci in pace, per quanto è possibile; dall'altro lato non ci possiamo prendere troppo sul serio. Cosa spinge noi uomini a ridere? Questa è una grande domanda scientifica, sa? Cos'è uno scherzo? Come siamo stati educati a capire questo tipo di attività umana, ad accorgerci che uno scherzo è uno scherzo? Anche una domanda del genere appartiene alla conoscenza, e mi affascina. Prendere la vita con una certa levità credo che in fondo ci aiuti, l'umorismo ci aiuta a spendere energie per fini utili e non a sprecarle per altre cose inutili. L'uomo butta via gran parte del suo tempo, il sense of humour ce ne fa risparmiare un po'.»
(Lo scienziato che guardò da un'altra parte. Carlo Dignola. L'Osservatore Romano, 3 Luglio 2010)


Humor ability reveals intelligence, predicts mating success, and is higher in males.
Gil Greengrossa, Geoffrey Millerb.
Intelligence. Volume 39, Issue 4, July–August 2011, Pages 188–192
Abstract
A good sense of humor is sexually attractive, perhaps because it reveals intelligence, creativity, and other ‘good genes’ or ‘good parent’ traits. If so, intelligence should predict humor production ability, which in turn should predict mating success. In this study, 400 university students (200 men and 200 women) completed measures of abstract reasoning (Raven's Advanced Progressive Matrices), verbal intelligence (the vocabulary subtest of the Multidimensional Aptitude Battery), humor production ability (rated funniness of captions written for three cartoons), and mating success (from the Sexual Behaviors and Beliefs Questionnaire). Structural equation models showed that general and verbal intelligence both predict humor production ability, which in turn predicts mating success, such as lifetime number of sexual partners. Also, males showed higher average humor production ability. These results suggest that the human sense of humor evolved at least partly through sexual selection as an intelligence-indicator.



Nessun commento: