22 luglio 2015

Quel cofanetto di bronzo con quattro ruote nuragiche

Qualche giorno fa ho visitato, forse per la dodicesima volta, il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari:
Tra un bronzetto e l'altro ho notato una cosa che non avevo mai visto: un cofanetto di bronzo con quattro ruote montate su due assi.
Le (scarne) indicazioni presenti lo collocano tra i reperti rinvenuti nel nuraghe Lunghenia di Oschiri.

Ho letto che questo ritrovamento lo dobbiamo all'infaticabile Alberto Della Marmora il quale, poco meno di due secoli fa, scrisse: “In passato ho fatto intraprendere degli scavi in alcuni punti dei dintorni di Oschiri e tra gli altri ai piedi del nuraghe Lugheria. Vi si è trovata una tomba nella quale si sono raccolti molti oggetti tra i quali segnalo un cofanetto di bronzo col coperchio, montato su quattro ruote in guisa di carro. È probabilmente un giocattolo infantile, o un portagioielli da donna; ne ho fatto omaggio al Museo di Cagliari.”

Di questo bronzetto mi colpisce la somiglianza con le cassapanche sarde. E mi affascinano quelle ruote. In fondo trovo bellissimo scoprire qualcosa di nuovo in un museo già noto. Qualcosa di nuovo per me, ovviamente, dato che quel reperto sarà sicuramente arcinoto tra gli esperti del settore.


In una teca vicina ho notato un oggetto di bronzo (invenuto nelle campagne di Serri) simile al carro a buoi.

Andrea Mameli
blog Linguaggio Macchina

Nessun commento: