27 gennaio 2015

L'importanza della memoria. Intervista a Vittore Bocchetta, antifascista, reduce dei lager nazisti

C'è un prima e un dopo nelle parole di Vittore Bocchetta, antifascista. Ma c'è soprattutto un durante. Durante la prigionia nei lager nazisti di Flossenbürg e Hersbruck, dove il suo nome era sostituito dal numero 21361 e dal triangolo rosso.


Nato a Sassari nel 1918, Bocchetta dal 1949 ha vissuto e insegnato in America Latina e negli Stati Uniti, dove ha svolto anche un'intensa attività di pittore e scultore. 
Dal 1989 vive stabilmente a Verona e di tanto in tanto ritorna in Sardegna. 


Intervista di Andrea Mameli a Vittore Bocchetta (Cagliari, Febbraio 2014).
Riprese e montaggio: Emanuela Falqui.
Musica: Tabozzivil.
Illustrazioni e collage: Vittore Bocchetta.


Per saperne di più:

Il sito ufficiale di Vittore Bocchetta 

La pagina di Wikipedia su Vittore Bocchetta

Vittore Bocchetta Prima e dopo Tamellini Edizioni, 2012

Carlo Dore Vittore Bocchetta. Un sardo nei lager nazisti Edizione Anppia Sardegna, 2012

Giuliana Adamo Vittore Bocchetta. Una vita contro Edizioni Cuec, 2013

Nessun commento: