22 settembre 2016

Pozzo sacro o cisterna nuragica? (Santa Vittoria, Serri, Sardegna)

La denominazione è Pozzo Sacro. Ma forse era una cisterna. A giudicare dai canali di raccolta di acqua piovana.

Dal pozzo al pozzo sacro. Riflessioni sulla cronologia del “tempio a pozzo” isodomo di Santa Vittoria di Serri (2015)
Giacomo Paglietti PhD, MA, Università di Cagliari

Riassunto Dal pozzo al pozzo sacro. Riessioni sulla cronologia del “tempio a pozzo” isodomo di Santa Vittoria di Serri – Il tempio a pozzo di Santa Vittoria di Serri pur costituendo il primo edificio della tipologia dei pozzi sacri ad essere nominato tale, strutturalmente risponde alla funzione di cisterna. Cisterne realizzate con la tecnica isodoma, mancanti degli apparati architettonici tipici del tempio a pozzo, sono note nell'architettura nuragica. La variabilità dell'architettura isodoma in tali edifici denota un adattabilità di tale tecnica costruttiva a strutture di funzione e valenza differente. Una breve disamina di tale stile costruttivo adottato anche nei nuraghi indica come la tecnica isodoma risalga alla piena fase costruttiva dell'età nuragica, almeno durante la fase del Bronzo Recente. Questo dato, seppur labilmente supportato dai dati di cultura materiale, suggerisce che i pozzi sacri possono, a pieno titolo, inserirsi nell'ambito dell'architettura nuragica di questo periodo. Ad essi è possibile che gli si riconoscesse, in questa fase, una valenza che andava oltre quella utilitaristica, tuttavia è soltanto nella prima Età del Ferro che questa si esplicita maggiormente in quella sacra.

Summary From well to sacred well. Some reflections about the chronology of the isodomic “water temple” of Santa Vittoria of Serri – the water temple of Santa Vittoria of Serri represents the first building of this typology that has been named in this way, but this structure works technically like a cistern. Tanks built in isodomic technique are known in nuragic architecture, although the typical architectural equipments of the water temple are absent. The variability of the isodomic architecture in these buildings denotes an adaptability of this technique to structures of different function and value. A brief survey of this building style used in the nuraghi demonstrates as the isodomic technique dates back to the main construction phase of the nuragic age, during the Late Bronze age. This fact, although supported by few material culture data, suggests that sacred wells could be part of the nuragic architecture of this period. In this phase it is possible that the well had a more than utilitarian function, although it is only in the early Iron Age it expressed in that sacred form.



Nessun commento: